Gaetano Immè

Gaetano Immè

giovedì 5 marzo 2009

L'amicizia secondo Di Pietro

Una storia da Libro Cuore, quella dell'amicizia di una vita di Di Pietro con Cianci.
I fatti sono noti. Il Robespierre de noantri , a secco di popolarità nel 2002, si precipita, non richiesto, a difendere, come Avvocato, l'amico del cuore, l'amico dall'infanzia, questo Cianci che era accusato di uxioricidio. Nessuno lo ha chiamato: è lui che s'è intrufolato, fino ad accaparrarsi l'incarico di avvocato difensore. Poi, una volta rieletto al Parlamento e sopra tutto una volta che il PM aveva chiuso le indagini sul caso rinviando a giudizio l'amico Cianci per uxoricidio, ecco l'onesto, l'incorruttibile, il paladino degli onesti, il difensore degli oppressi, eccolo abbandonare la difesa dell'amico del cuore e addirittutra diventare l'avvocato dell'accusa. Utilizzando per l'aggiunta, tutto quel c he sapeva causa il suo essere stato difensore.
Bravo Di Pietro.
Piano piano viene a galla la verità. Il tempo quasi sempre è galantuomo. Io, se posso, gli darò - al tempo, ovviamente - una mano.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento