Gaetano Immè

Gaetano Immè

mercoledì 1 aprile 2009

Ad ogni azione ( franceschinata!) corrisponde una reazione......

C'era Alì, il chimico, ai tempi di Saddam. Oggi, più modestamente ed autarchicamente - visto che siamo in regime fascista, come afferma Rossana Rossanda - abbiamo Dario, il comico, ai tempi del PD.
Il nerotinto chierichetto dallo sguardo belluino ha ricevuto una lettera...ma non quella cantata da Morandi per partire per il Vietnam, no! Una lettera con la quale, udite udite, più di millecinquecento iscritti al PD della Basilicata, constatando che non esiste alcun progetto politico credibile del PD - cosa che vado ripetendo da mesi, nel mio piccolissimo -, abbandonano il PD e vanno a formare altro partito politico.
Hanno messo il ditone nella piaga.
Avanti così, fino alla dissoluzione completa del PD.
Purtroppo cresce Di Pietro.
Franceschini ed il PD stanno affossando il progetto politico bipolare che era la grande novità creata da Berlusconi e da Veltroni, ai tempi del Lingotto. Oggi a sinistra è tutto desertificato.
Fra poco Scalfari, Rossanda, Sansonetti, De Gregorio e compagnia pignochiudendo, oggi tutti rigorosamente in abito blu menageriale, avendo schifato l'eschimo ormai desueto, cercheranno il nuovo leader del centrosinistra a casa Storace.
Povera Italia!
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento