Gaetano Immè

Gaetano Immè

giovedì 23 aprile 2009

Annozero...della RAI, istituo di beneficenza....

Già tutto dimenticato. Vauro stasera, ritorna ad Annozero, come se niente fosse. Questo dimostra che ad anno zero c'è la RAI e tutto il suo ridicolo management di ottantenni vissuti su compromessi con la politica di destra e di sinistra, ridicoli simil-managers che rispondono non al bilancio, non agli azionisti ( che siamo tutti noi, signori) ma, con un conflitto d'interessi che è immenso quanto il mondo ), non al merctao, ma a nessuno. Mai vista un'azione di responsabilità contro incapaci amministratori, mai vista una seppur minima tutela delle minoranze - per la quale, a parole, molti ipocriti si stracciano le vesti - insomma, il Codice Civile è assente da Saxa Rubra. La RAI è una sorta di " laboratorio" dove la sinistra arricchisce, alleva, istruisce, le sue truppe cammellate per racimolare miseri voti. Così come ha fatto con Badaloni, con Santoro, con Gruber, con Manisco, con Marrazzo, ora con Sassoli. Santoro è un dipendente o un collaboratore non della RAI, ma della Sezione Lavoro del Tribunale di Roma e con lui tutta la sua conventicola di pseudogiornalisti rimasti al giornalismo dell'Espresso degli anni 70: un giornalismo di denuncia per la denuncia, dello scandalo per lo scandalo, praticamente un reperto archeologico oggi non proprio inutile per la pluralità dell'informazione, ma ridicolo e cialtronesco quando pretende di essere la verità assoluta anzichè una voce minoritaria.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento