Gaetano Immè

Gaetano Immè

giovedì 2 aprile 2009

Eccesso di velocità per legenDario, il comico

LegenDario , il comico nerotinto, sguardo truce da bullo della Roma papalina, copia conforme ad Alì il Chimico dei tempi di Saddam Hussein, è esperto ballerino di valtzer. Di giravolte ne fa quante ne volete e mai che gli girasse la testa. Magari ne esce con i nerotinti capelli un po' arruffati, sembra un chierichetto cui il sacerdote ha dato, di soppiatto, uno scappellotto in testa, visto che sbaglia ancora a servire a sinistra. DellAltare.
Dopo aver gridato allo scempio delle coste, dopo aver gridato alla cementificazione dell'Italia, dopo aver gridato all'untore che vuole sconvolgere il paesaggio italiano con quella storia del piano casa, è partito per il Cile. Sentondosi un poco Chavez, visto nei paraggi, nel frattempo si è studiato gli appunti sulla questione che qualcuno gli aveva preparato. E così s'è accorto che i veri scempi dell'Italia sono stati compiuti dagli arhcitetti organici della sinistra, da Corviale di Roma, allo Zen di Palermo, al Centro Direzionale di Napoli, alle coste della rossa Toscana, a Monticchiello, etc.
Ultima piccola capriola e voila! Oggi il comico nerotinto è d'accordo.
Non c'è che dire. Da eccesso di velocità.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento