Gaetano Immè

Gaetano Immè

giovedì 23 aprile 2009

La coerenza fatta persona? Di Pietro Antonio!!!!!

Il personaggio più ipocrita del mondo, tale Di Pietro Antonio, una carriera politica costruita sulla galera dei tanti , che poi dalle sue accuse sono stati completamente scagionati, costruita su occhi bendati quando seguiva Primo Greganti a Botteghe Oscure ( era già in " aspettativa" del sostanzioso corrispettivo per aver eliminato per via giudiziaria i partiti politici che ostruivano la strada del Governo dell'Italia al PCI, che ha incassato dal 1997 quando D'Alema ebbe la brillante idea di dargli come acconto il seggio di Senatore nel Mugello rosso e che ancora continua ad incassare o a pretendere dall'attuale PD), costruita su svariati suicidi indotti dall'inchiesta Mani Pulite di cui è stato magna pars ( Cagliari, Gardini, ecc), straparla di combattere la " casta", straparla di " non candidare gli inquisiti", straparla di " inquisiti o indagati fuori dal Parlamento!", ma poi candida l'inquisito De Magistris, lascia che tale Cristiano Di Pietro ( figlio mio!) , inquisito a Napoli , continui a percepire il suo lauto stipendio come Consigliere Provinciale di Vasto , sta culo e camicia con Mautone poi indagato a Napoli, brinda una sera ospite di Pillitteri con un " al miglior Sindaco do Milano!" e poi lo fa arrestare il giorno dopo, si intrufola a difendere come avvocato e come amico d'infanzia un suo amico, tale Cianci, accusato di uxoridicio ma poi, una volta che la Procura notifica al Cianci il rinvio a giudizio ( aveva preso le difese di un probabile uxoricida) lascia in mutande l'amico e diventa un suo accusatore addirittura utilizzando i documenti che aveva ottenuto come suo difensore ( sospeso per tre mesi dall'Ordine di Vasto), da perfetto azzeccagarbugli crea un Partito, l'Italia dei Valori, che risulta essere di proprietà solo sua e della sua famiglia, si intasca personalmente i contributi di tale partito e viene citato da tutti i suoi ex amici ( cito solo Feltri e Occhetto), insomma straparla, ma poi.......

Di Pietro ha richiesto, tramite il suo avvocato Sergio Scicchitano, l'immunità come Deputato Europeo per sfuggire all'ormai vincente denuncia civile dell'ex Giudice Filippo Verde da Di Pietro diffamato in più circostanze. Badate, causa " civile" non penale, quindi l'eroe di Mani Pulite addirittura si avvale di quell'immunità contro la quale straparla ogni due per tre , ma non, almeno fosse, per una causa " penale" , ma solo per non sganciare una barca di soldi a Filippo Verde. Già, perchè lui incassa la moneta da parte di colro che lui denuncia per diffamazionen e ci si compra dieci appartamenti, ma quando teme di dover pagare, allora, chissenefrega di quello che dice quando fa i comizietti: ben venga l'immunità.
E' tutto un esempio di correttezza, di chiarezza, di coerenza.
Bell'esempio di vera casta.
Coi forconi ! Coi forconi!
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento