Gaetano Immè

Gaetano Immè

mercoledì 22 aprile 2009

Razzismo a vanvera

Ho visto in TV alcuni passi della partita Juve Inter, quella ormai famosa per i cori così detti razzisti contro Balotelli. Sono andato a rivedermi anche altre registrazioni di Balotelli, compresa quella di una famosa Roma- Inter, sempre di quest'anno. Devo dire che ne ho tratto il convincimento che questo Balotelli, per certi versi un vero fenomeno calcistico, è un prepotente matricolato ed un provocatore. Anche un poco vile a nascondersi dietro il razzismo. Non è razzismo. E' il suo comportamento che provoca avversari e pubblico, non il contrario. Invece di fare , come il grande Presidente Moratti ( " se c'ero io, ritiravo la squadra", detto perchè, appunto, non c'era e quindi l'ha sparata grossa, tanto non c'era) del buonismo gratuito ed insulso, perchè non gliene danno e dicono quattro a questo ragazzino e cercano di farlo diventare un uomo? Non ho mai visto, faccio un esempio, un Maradona, un Pelè, un Eusebio irridere l'avversario o ilpubblico. Vada a scuola di educazione e di correttezza. Ed impari a rispettare tutti, avversari, compagni, pubblico. E concordo con chi ritiene questa cialtroneria della così detta " responsabilità oggettiva" una immensa stronzata giuridica.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento