Gaetano Immè

Gaetano Immè

mercoledì 15 aprile 2009

Santoro, non è tutto da buttare....

Ho molto riflettuto sul fatto di Santoro e di Annozero. Devo fare una riflessione. E concludere che a mio giudizio la Band Santoro ha meriti e colpe. Non vedo dove stia il reato, neanche d'opinione, se un giornalista va alla ricerca di quello che, durante un'emergenza, non ha funzionato. Non esiste scandalo. Anzi, la ricerca ha un'utilità sociale perchè evidenziando le pecche offre la possibilità di organizzare meglio il servizio emergenziale per le prossime occasioni che, tutti speriamo, non ci siano. E se andiamo al sodo di Annozero, se togliamo le cialtronesche verbosità di Travaglio, le misere vignette di Vauro, se togliamo insomma tutti gli errori e le scorrettezze che Santoro commette ad ogni puntata e che ora indico, nella sostanza del report la trasmissione ha voluto indicare quelle pecche che si sono verificate anche se sono andati a cercarle con lanternino. Bene. Se fosse tutto così, sarebbe, ripeto, opera meritoria della Band Santoro.
Purtroppo a fronte di questo dato giornalistico e cronistico positivo e comunque contro corrente, visto il melenso tenore di tutti gli altri report ascoltati o letti, - a me piacciono gli spiriti liberi - la Band Santoro ha commesso molti errori politici. Ha indicato le carenze indicate come la regola anzi ché l'eccezione ( colpa cronistica), non consente un vero pluralismo ( colpa politica), non permette un dibattito sui temi che tratta dai diversi punti di vista ( colpa politica). Ma le colpe politiche seppure sono e restano come una macchia su Santoro e la sua Band, gravano anche sulla coscienza del menagement RAI incapace di esercitare nei fatti quello che tutti blaterano a chiacchiere: di dare trasmissioni non faziose politicamente e sopra tutto nelle quali sia sempre possibile il confronto. E' questo che manca a Santoro ed anche a Fazio. Dunque non assolvo Santoro come persona, ma ringrazio Santoro cronista. Forse dovrebbe ridursi a fare il cronista, visto che più cresce la sua età e meno diventa democratico.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento