Gaetano Immè

Gaetano Immè

martedì 12 maggio 2009

Facciamolo Santo e subito!

Il segretario PD nerotinto e truce, ne tira fuori una al giorno. Così io risparmio i soldi del cinema, perchè a farmi ridere provvede proprio lui. Così nei giorni scorsi sulle Leggi razziali del 1938, una merda di battuta politica per la quale non ha chiesto ancora scusa. Mal gliene incoglierà, perchè gli italiani sono stufi di chiacchiere da salotto quali le sue. L'ultima battuta del chierichetto nerotinto è quella sul voto utile a sinistra. Le parole del nerotitno dimostrano che il licantropo Di Pietro ha veramente già mangiato almeno la metà delle budella del PD ancora vivo seppure in agonia. Infatti ha detto il Segretario leggenDario che se si vota a sinistra si deve votare PD perchè occorre restringere il gap fra lo stesso PD e il PdL. Questo significa che il nerotinto per motivi di bassa bottega elettorale se ne strafrega di quello che effettivamente pensa un elettore: se un elettore vuole votare Vendola, o Di Pietro, o Ferrero o chi diavolo gli piaccia, ebbene l'ordine del Gran Capo ( che pensa per tutti e quindi anche per questo elettore che per il nerotinto è senza dubbio un vero coglione ) non lo deve fare. Deve votare solo PD. Non siamo a Stalin, ma per lo meno ad Vladimir Ilic, quasi. E bravo il nerotinto! Così si inganna il popolo con votazioni illiberali, con la conseguenza che questo PD forse più grande, sarebbe una bella terra di conquista per il Di Pietro.
Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento