Gaetano Immè

Gaetano Immè

domenica 1 marzo 2009

L'amico Gad e l'amico Chicco

C'era una volta una maschera che veniva definita " serva di cento padroni". Dispiace dovere spendere qualche parola per giornalisti come Lerner e Mentana, perchè non è mia abitudine parlare di pettegolezzi. Ma essere presi per i fondelli, con tutto il rispetto, proprio, come disse OLS , non ci sto, non ci sto, non ci sto, non ci sto......

Mi capita di vedere l'Infedele ed ascolto il pistolotto di Gad Lerner che difendendo Mentana tira giù una filippica contro la logica giornalistica di attaccare il somaro dove vuole il padrone, contro la logica di allinearsi politicamente dove vuole il proprietario.

Stimo sia Lerner che Mentana, ma devo dire che quanto a facce da culo, qualcuno è maestro.

Ricordo Lerner a LA STAMPA, quando faceva interviste stando direttamente in ginocchio davanti all'Avvocato. Andate a rileggerla e vedrete che poesia, Gianni Agnelli icona del terzomondismo marxista. Roba da farsela addosso. Poi Gad crebbe e militò a sinistra, a Lotta Continua e sfilava irsuto e rabbioso al griso " Agnelli! Pirelli! Fascisti gemelli!". Una chicca di coerenza.

Ai tempi poi di Tronchetti Provera, Gad venne a conoscenza ed ebbe la relativa documentazione di tanti incuici ed illecite attività di Telecom Italia in Brasile. Indovinate un po? Lui scelse la linea aziendalista, tacque su tutto pur di salvare il suo padrone ed suo ben pagato posto di lavoro. La smerdata la prese quando tutto questo venne fuori perchè scoperto da altri.

Una coscienza a comando, insomma. Ma prima, uno sguardo al portafoglio.

E Mentana? Semplicemente ha sputato nel piatto dove ha mangiato e si è ingrassato. Si schiera con l'aria della vittima del sistema, ma intanto si gode un milionario indennizzo. Alla faccia degli stronzi che credono a quel che dicono....

Gaetano Immè

Giochi del Mediterraneo e....

Israele fuori dai Giochi del Mediterraneo , organizzati tra l'altro dall'Italia? Giammai succeda.
Per la necessità di genuflettersi davanti ai Paesi Arabi produttori di petrolio, si sta facendo strada una soluzione geopolitica di natura, tanto per far capire bene il pensiero, squisitamente democristiana : invitare gli Israeliani insieme con i Palestinesi.
Questo atteggiamento non fa onore all'Italia ed è ora che questa patata bollente esca dalla competenza dello Sport e diventi responsabilità diretta ed immediata della politica.
E che ci sia chiarezza: perchè invitare gli atleti palestinesi ( ricordo che la Nazione Palestina ancora non esiste ) vuol dire assumersi una immensa responsabilità internazionale, perchè , è arcinoto a tutti meno a quelli che hanno gli occhi foderati di ideologie e salami, gli arabi disprezzano i palestinesi, li usano come carne da macello per fare la guerra ad Israele. Ma giammai hanno voluto dare dignità nazionale alla Palestina. Voglio vedere cosa diranno le anime belle.
Gaetano Immè

Ancora sul testamento biologico e su Englaro

Resto contrario alla legge sul testamento biologico, resto anche assolutamente contrario alla denuncia che è stata presentata credo per omicidio contro Beppino Englaro ed altri. questa denuncia darà spazio alle pretese politiche del Signor Englaro e quindi ai suoi anfitrioni Micromega ( che io chiamo anche Microsega), IDV, CGIL ecc. Sarà per lui e per i suoi compagni politici un alibi ed un'occupazione. Sarà quindi più difficile che qualcuno possa capire finalmente quanto ha strumentalizzato quella povera Eluana per diciassette anni.
Ciascuno sia responsabile delle proprie azioni. Ma dire che esiste una sentenza del Tribunale è una menzogna e spiego il perchè. Una cosa è una sentenza ( che viene emessa a seguito di una causa ). Invece per Eluana la causa non esiste. Esiste solo una suo personale ricorso alla Volontaria Giurisdizione la quale non emette una sentenza, ma una decisione. Come il giorno dalla notte. E basta per sempre su Englaro.
Gaetano Immè

Estortori ed invidiosi

Pochi hanno avuto il coraggio e la onestà di dire le parole giuste a proposito degli scioperi, selvaggi o meno, nel trasporto pubblico e della regolamentazione che ha proposto questo Governo. Da quasi settanta anni si aspettava che un Governo avesse il coraggio di emanare quelle Leggi che consentiranno di fare trovare applicazione anche all'articolo 40 della Costituzione, mai attuato da tutti i precedenti governi. Il nostro diritto di utenti del servizio di trasporto ci è stato letteralmente estorto in tutti questi anni. L'estorsione è un reato penale . Tutti zitti. Cosa ha mai detto infatti il PCI? Nulla. Cosa ha mai detto la DC? Nulla. E i PDS, il DS, il PD? Nulla. E nulla anche a destra, ovviamente. E la CGIL? Nulla. E la UIL? Nulla. E il PDC ? Nulla. E FI? Nulla. Ed AN? Nulla. Oggi finalmente il PDL vara una proposta con un ddl, da discutere magari, ma almeno ci prova. Cosa dice il PD ? Nulla. Il liberalizzatore dei barbieri Bersani, con la sua faccia da funerale, ha avuto solo la faccia di dire che il PD non era d'accordo sullo strumento, che la delega non doveva essere al Governo, ma al Parlamento. Furbo. Sapete perchè dice questo? Ve lo spiego io: perchè siccome è una cosa non giusta , ma sacrosanta e loro del centrosinistra non ci avevano mai pensato, allora se il Ministro Sacconi avesse portato il problema in Parlamento il PD avrebbe potuto appropriarsi di questa positiva iniziativa. In tal modo invece tutto l'onere e l'onore spetta al centrodestra. Diceva Gigi Porietti: " Invidiosi!!!"
Ma loro dicono che si battono solo per il bene del Paese, non per loro. E si vede.
Gaetano Immè

La politica da ridere

Preso da un attacco di onnipotenza, da fare accaponare la pelle per quanto era ridicolo - altro termine non so trovare nè si può trovare, se si vuole essere franchi - quel nulla assoluto del nuovo Segretario del PD ha speso anche i soldi ( of course , nostri) per andare a Bari dove, non sapendo che cavolo dire essendoci il nulla nel progetto politico del suo partito (se non quanto dirò appresso), in un delirio da manicomio di onnipotenza, sentendosi l'Obama de noantri, ha chiesto che venisse elargito un assegno mensile di disoccupazione a tutti coloro che persono il posto di lavoro e che non lavorano. Si dà il caso che l'assegno mensile per chi perse il lavoro è stato già varato dal Governo nell'ambito delle misure già adottate relativamente agli ammortizzatori sociali, per cui si accappona la pelle davanti alla richiesta di una misura che invece è già esistente. Forse il " nulla assoluto", andiamo bene, non ne era a conoscenza. Andiamo bene! Quanto poi alla richiesta dell'assegno mensile ai disoccupati, essendo grosso modo questi ( dati ISTAT al 19 Dicembre scorso ) più di 1.500.000 ( o forse nel suo delirio voleva comprandere nei beneficiari anche tutti gli immigrati clandestini?) , daando a ciascuno come minimo 500 Euro al mese, servirebbero Euro almeno 100 milioni di Euro che il " nulla assoluto" si è ben guardato dal dire dove andare a prendere. Ma forse ubriacato dall'idea di sentirsi l'Obama de noantri, ritenva implicito elevare le imposte su taluni redditi ( come Obama) per redistribuirli ai disoccupati.
In realtà sono solo parole a vanvera, come sempre,ma stavolta hanno anche un preciso significato politico che giudico terrificante e mortale per la democrazia italiana. A costo di venire sbugiardato dai successivi eventi ( e lo spero decisamente ) il progetto politico dell'attuale dirigenza del PD è esattamente quello di unire le forze estremiste della CGIL, resuscitare apparantameni con la sinistra estrema e no global , ricostruire quindi una nuova versione dell'Ulivo ma avendo la spina nel fianco dell'IDV. Questo traspare dai primi atti di questa Segreteria. Non per niente il nuovo segretario disse immediatamente " noi avvieremo il dialogo con l'UDC ed anche con tutti gli altri , non per niente hanno sempre più visibilità nelle trasmissioni TV anche elementi come Ferrero e simili. Non per niente lo stesso Ferrero, a Prota a Porta di alcune sere fa, davanti agli operai in Cassa Integrazione della FIAT di Pomigliano d'Arco non ha fatto altro che proporre misure economiche assurde ma con ciò scatenando la rabbia di quei poveretti che certamente vorrebbero aiuti statali che vanno oltre le possibilità di bilancio del nostro Paese. Pura demagogia. Che, purtroppo, ancora paga. Vedi come cresce l'IDV ed ecco il folle nuovo progetto del PD , progetto che, a ben osssrvare, non si interessa dei problemi degli italiani, ma che invece interessa solo la strategia con la quale il PD o il nuovo Ulivo potrà riprendere l'agognato potere.

Ho anche provato una tenera ma non meno violenta pena per la disgustosa e meschina figura alla quale, per il solito piatto di lenticchie, si è appecoronato Lino Banfi l'altra sera ospite di Fabio Fazio. Dispiace che una persona che mi appariva equilibrata come Lino Banfi si presti a simili meschinità impostegli da Fabio Fazio ( era esplicita la loro connivenza nella conduzione e nell'esplicitazione dell'ennisima balla contro Berlusconi ) per un poco di soldi. Non mi leggerà mai, ma suggerisco a Banfi di rispettare, proprio perchè dall'Italia ha avuto tanto visto che era un giovane spiantato, gli italiani che non si ingnocchiano davanti ai nani, alle ballerine, ai comici di sinistra.

Gaetano Immè