Gaetano Immè

Gaetano Immè

lunedì 18 maggio 2009

Il PD e la deriva fascista della sinistra italiana

Il PD pagherà alla storia d'Italia il prezzo della sua colpa. E sarà un prezzo salatissimo, perchè è colpa del PD, è colpa della sua cecità, è colpa della micragnosità intellettuale e politica dei propri dirigenti se il programma del vero PD ed il vero PD , quello di Veltroni, tanto per essere chiari, è fallito. Pur di non rinunciare alla " speranza " di potere - diciamolo chiaramente, la sinistra in Italia , da sola, non ha mai avuto il consenso popolare, ha sempre dovuto farsi rappresentare da
"utili idioti " di turno, da Moro, da Fanfani, da La Pira, da Prodi, da Amato; ha tentato la conquista del potere politico prima per via resistenziale (checchè ne blateri Ferrero e compagni comunisti, buona parte della resistenza rossa aveva come scopo portare l'Italia sotto il dominio comunista dell'Unione Sovietica ) , poi per via insurrezionale ( chi non ricorda gli anni di piombo, chi dimentica " i compagni che sbagliano", chi non ricorda le " sedicenti Brigate rosse"), poi per via giudiziaria ( l'epopea di Mani Pulite rappresenta il Minifesto del PCI del 1992, la sua nuova via alla conquista violenta del potere ), ora sviluppando solo un antiberlusconismo squalificante e deleterio - avete commesso il peccato capitale: vi siete piegati , vi siete prostrati davanti al vostro ricattatore. E ora pagate il pizzo a Di Pietro, che reclama il corrispettivo del lavoro sporco che ha eseguito con le sue mani da P.M.). Oltre tutto, non avendo un vero progetto politico avete belluinamente anche cavalcato, con imbecille baldanza, l'onda dell'antipolitica dei Grillo, dei Flores D'Arcais, dei Travaglio, dei Santoro, ecc. Ora il Paese vi presenta il conto : e voi vi ritrovate con le pezze al sedere. State regalando la piazza - che non riuscite a controllate più da un bel pezzo - ai giustizialisti ed ai violenti. State regalando ad un partito di infami fascistoni che ragionano con gli istinti bestiali dell'uomo troglodita, camuffati da partito di sinistra, almeno un quindici per cento dei voti degli italiani che prima votavano per Voi. Avete creato il mostro a sinistra. Non contenti di aver sollecitato la rinascita della pazza idea di una rinascita della Balena Bianca del centro ( anche la politica dei due forni vi sarebbe stata bene pur di non rinunciare alla speranza di riprendere in Italia ikl potere che avete perso in maniera definitiva ), adesso vi ritrovate con un PD che avrà più o meno il 22-23% e che, per sperare di rigovernare l' Italia deve sottomettersi non solo a Di Pietro ma anche a Casini ed alla sinistra estrema ( ecco il ritorno dell'Ulivo e di Prodi !, bel progresso, bella novità!) . Ed in tutto questo sfacelo non potete nemmeno dare la colpa a Berlusconi, nè al PdL, nè alla Lega. Costoro assistono inermi, non divertiti, ma stupefatti, alla vostra agonia, nè possono fare diversamente. Se in Italia tornerà il fascismo vero , quello che considera colpevoli gli inquisiti senza attendere la sentenza definitiva, quello che conta sull'invidia forcaiola degli italiani simile alla peggiore esperienza della Rivoluzione Francese, quello che non vi fa vedere come il vero Duce odierno sia proprio Di Pietro , che si intasca personalmente i contributi del partito come Yasser Arafat, che domina il Partito IDV decidendo solo lui chi fare entrare e chi no, che ha detto ai suoi eletti di non dire una parola se prima non la suggerisce lui stesso, sarà solo colpa vostra. La vera democrazia rappresentativa non può che avere due gambe salde sulle quali può camminare. Oggi una delle due gambe gode ottima salute ed è il PdL. Ma l'altra gamba, cioè il PD, dov'è? In mano a Di Pietro.Così l'Italia non avrà mai due gambe solide per far camminare la propria democrazia. Ecco allora che se c'è un pericolo incombente di nuovo fascismo, questa deriva proviene dalla vostra parte, si chiama Di Pietro. E la storia deve insegnare: non fu proprio dalla sinistra e per reagire contro la sinistra che nacque il vero Fascismo? E nessuno vede in Di Pietro una non vaga rassomiglianza con il Benito? E nei suoi programmi? Il PD deve reagire subito speriamo che abbia in sè le proprietà ed i valori che servono per fare uscire l'Italia da questa situazione di pericolo democratica in cui solo il PD l'ha spinta.
Gaetano Immè