Gaetano Immè

Gaetano Immè

mercoledì 1 dicembre 2010

BUFALE DI MONDEZZA

Una cosa è essere ormai assuefatti alle quotidiane mistificazioni della stampa di sinistra , altra cosa è arrendersi alle menzogne, invece di volerci vedere chiaro. Questo blog si è messo in testa  invece di volerci vedere chiaro  su tutte le  manzogne costruite della stampa di sinistra. Diventa un'occupazione totalizzante, certo, non avrò più tempo libero per me vista la quantità industriale delle menzogne che la  stanpa di sinistra produce sui suoi giornali, certo, ma credo che ne valga la pena. Ho conservato le copie dei giornali di sinistra ( Il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, La Stampa ) del 23 novembre 2010, quando  sparavano bufale e mistificazioni riguardo a Napoli, alla mondezza di Napoli , per vedere i fatti. Vediamo i fatti.

I FATTI

Il 22 novembre 2010 vanno a Napoli i membri della Delegazione Europea ed incontrano anche i giornalisti: fa parte della Delegazione anche la Dottoressa  Pia Buccella, Capo della Direzione Generale Ambiente della Commissione stessa. Dopo l'incontro, partono dispacci d'agenzia da paura. ADN Kronos : " L'UE boccia Napoli. Tutto come due anni fa". Il Corriere della Sera, il giorno dopo: " Rifiuti, accusa degli Ispettori UE. Dopo due anni è tutto uguale". Repubblica, poi, sparava
 " Napoli, rifiuti mai spariti, tutto come due anni fa!". Il senso è evidente: Berlusconi, la Protezione Civile, Bertolaso, questo Governo, tutta una massa di bugiardi che prendono in giro gli italiani .Tutta la mondezza non era per niente stata tolta dalle strade di Napoli, era rimasta dove stava, magari  solo messa più accuratamentesotto il tappeto. Più o meno.

IL VERO TESTO DELL'INCONTRO

Ecco invece l'estratto testuale registrato dell'incontro.
Pia Buccella:" Ho fatto il parallelo fra il 2008 ed oggi solo da un punto di vista legale, che è quello che mi riguarda. Infatti il sistema di smaltimento attuato  dal 2008 a Napoli è alquanto fragile, è , come dire, troppo nuovo e recente. Deve essere rafforzato. Non ho mai detto che oggi ho trovato Napoli sommersa dagli stessi rifiuti che trovammo quì nel 2008, anche perchè la prima volta c'erano per le strade la bellezza di 250 mila tonnellate di rifiuti, oggi , nel 2010, si e no, ce ne sono circa 7 mila . Siccome nel 2008 la Regione Campania aveva preso l'impegno di costruire un sistema di smaltimento dei rifiuti collaudato, ho solo fatto rilevare che il sistema che abbiamo trovato è ancora novello e fragile. Come d'altra parte è stato anche riconosciuto ed ammesso dallo stesso Presidente della Campania Caldoro che ci ha assicurato che avrebbe sistemato la situazione entro Dicembre". Non basta , perchè anche il Commissario  Europeo per l'Ambiente Janez Potoknic ha riconosciuto che " rispetto al 2008 le infrastrutture sono migliorate, perchè la costruzione del termovalorizzatore ( quello di Acerra, ndr) ha consentito decisi progressi ( rispetto alla situazione del 2008 ndr), benchè rimangano  fortissime lacune". Intervistata da un  noto giornale ( Il Foglio) se effettivamente avesse espresso quel giudizio sulla  equivalenza fra la situzione attuale e quella del 2008,  Pia Buccella ha testualmente  detto :" Ho pronunciato quella frase in relazione allo stato del sistema della raccolta dei rifiuti della Campania, come ho spiegato, nel senso che il sistema che ora è stato creato è ancora insufficiente. Invece i giornali italiani hanno voluto riferire le mie parole non all'aspetto tecnico-legale,  ma alla gravità della situazione. Un sistema di smaltimento, seppur fragile, oggi esiste. Ma va rafforzatoE infatti la Regione ha promesso la consegna entro fine anno di un  piano apposito. Alla precisa domanda " Di cosa ha bisogno la Campania per eliminare questo scempio?" , questa è la precisa risposta: "La Campania deve aumentare la percentuale di raccolta differenziata, deve attivare dei meccanismi intermedi di trattamento e compostaggio, deve stabilire come e dove trattare i rifiuti residui. Anche aumentando il numero dei termovalorizzatori. Ma ci vorranno anni prima che una risoluzione strutturale del problema venga pienamente raggiunta ".
Ecco chi è e come funziona la vera fabbrica del fango.

WIKILEAKS O ALTRO?

Ma quali " segreti", ma quale Wikileaks, ma fatemi il piacere! Quello che fin'ora è uscito è robetta da camerieri e maggiordomi, insomma da pettegoli. D'altra parte ma chi sono mai questi impiegati diplomatici di seconda e terza fascia ? Ma chi è la  Signora Dibble? Andiamo al sodo: questo blog ha riscontrato che tutta una serie di notizie spacciate da Wikileaks come " segreti sconvolgenti" sono notizie  che erano già state pubblicate, da tempo,  su diversi giornali. Cito solo, per brevità alcuni giornali dove molte delle notizie spacciate per " sconvolgenti" da Wikileaks sono già state pubblicate : dal The Washington Times( 6 luglio 2010 ), da Il Foglio ( 18 giugno 2008, 21 giugno 2009, 7 novembre 2002, 23 dicembre 2009, 5 dicembre 2001, 19 gennaio 2007, 22 dicembre 2009, 30 giugno 2000, 1 luglio 2009), dal The New Yorker (  5 marzo 2007), dal Sunday Times ( 5 luglio 2008), dal New York Times ( 4 ottobre 2008), da Libero ( 26 maggio 2009). Insomma, diciamo che il fatto è pure grave ( specie per gli aspetti diplomatici connessi e sottostanti, svelati con una massiccia dose di menefreghismo per la vita altrui ),  ma che gli effetti sono fin troppo chiassosi, fieno e cibo  per pettegoli e spioni dal buco della serratura di casa nostra. Sorprende o no che questi fantomatici segreti siano stati dati in anteprima solo  a cinque testate che nel mondo rappresentano sempre  e solo la sinistra ( El Pais, Le Monde, Guardian, New York Times e Der Spiegel)? A questo blog non sorprende proprio, ma preoccupa. Aspettiamo le altre rivelazioni messianiche promesseci da questo Assange. Sperando che oltre alla sconvolgente notizia che Obama dietro le spalle parla male di Berlusconi  e davanti gli fa ampi  sorrisi  (  e sai che novità nei rapporti internazionali!), speriamo che sapremo qualcosa , perchè no, anche sulla Telecom Italia, sulla Telekom Serbia, sulla Mitrokin, su un Ministro degli Esetri Italiano che in Libano andava sottobbraccio ad un capoccia di Hamas, sulla " liberazione" della Baraldini, su un Ministro degli Esteri italiano come Diliberto, sulla faccenda Ocalan, su chi e come abbia convinto D'Alema a bombardare Belgrado, speriamo che Wikileaks ci sveli anche segreti non solo relativi agli ultimi due anni, ma anche più vecchi, tipo quelli dal 1993 in poi..........Aspettiamo, aspettiamo!!!!

UN SOSPETTO

Notiziona, notiziona, notiziona!!! Siccome non siamo quì per pettinare i cani e non le bambole, vi sveliamo la notiziona. Un Magistrato ha indagato su una manifestazione che Sandra Lonardo ( moglie di Mastella) organizza da diversi anni al loro paese e che è diventata un punto di incontro internazionale al quale risultano interessate diverse Università. Bene, questo Magistrato ha controllato tutte le carte della manifestazione fondata anni orsono dalla Lonardo e, alla fine dei controlli, lancia contro la Lonardo l'accusa di aver organizzato alcune " estorsioni"( questo è proprio il reato ipotizzato) da circa 100 Euro ciascuno ( proprio così, da 100 euro l'uno) , ai danni di ambulanti che devono comunque pagare alcuni costi ( allaccio luce, telefono, ecc) dell'esposizione. E' come se, fatte le debite proporzioni, l'Associazione Nobel , che manovra miliardi, tagliegiasse i bancarellari del mercatino intorno alla manifestazione, pretendendo da ognuno non solo i costi delle utenze, ma aggiungendoci sopra la cresta. Colpisce, colpisce, pare poco attendibile, ma se è un Magistrato a sostenerlo....anche perchè dovunque può annidarsi un pazzo, un ladro. Ma non è questa la notiziona, ma un'altra. La notiziona è questa: sarà un caso che il Magistrato che accusa la Lonardo di estorsioni da 100 Euro sia lo stesso Magistrato che, dopo aver denunciato Mastella  è stato dallo stesso Mastella denunciato dopo che  le accuse  contro  Mastella sono state archiviate tutte?

PD INCOMPRENSIBILE E SVERGOGNATO

Ho sentito che il PD è " contro" la riforma dell'Università del Ministro Gelmini. Non capisco i motivi, anche perchè il PD non ha la buona creanza di spiegarli compiutamente : se non è d'accordo sul nuovo sistema di reclutamento degli insegnanti, se non è d'accordo sulla lotta alle baronie universitarie, se non è d'accordo sulla soppressione dei corsi Universitari di tre alunni con venti professori ed una segreteria, se non è d'accordo sulla nuova normativa per i ricercatori che è poi la normativa che ritroviamo in tutta Europa.Voglio parlare, però, di due pezzi da novanta del P.D., dico, del Segretario P.Luigi Bersani e di Luigi Berlinguer, ex Ministro della Pubblica Istruzione. Entrambi si oppongono alla riforma. I motivi ? Non pervenuti. Dire " che la riforma non soddisfa le esigenze di ammodernamento delle nostre Università.." come sostiene cotanto Segretario, non vuol dire proprio un beneamato niente.Ancora. Ieri alla Camera viene fuori una proposta di modifica di Baccini che propone praticamente, di ridurre i rimborsi elettorali ai Partiti politici così da trovare risorse da dare ai così detti precari dell'Università. Davanti alla terribile prospettiva di incassare meno soldi, il Segretario del PD ha mandato a quel paese tetti, studenti, professori, università ed ha preferito conservare i soldi per la casta. E chissenefrega della democratica partecipazione ai tetti di protesta. Ma il portafoglio è il portafoglio. Poi c'è l'ex Ministro che si scaglia contro il familismo ( senti da che pulpito, senti  che faccia tosta !) contro il nepotismo all'Università. Lui. Il cui figliolo Aldo si laurea a 23 anni nell'Università del padre,che diventa professore universotario a 29 anni e che, guarda caso, sempre nella stessa Università dove sta il padre. Proprio lui, un Berlinguer, famiglia padrona di RAI3, con la zarina Bianca, che ora conta anche su un Luca Telese arruolato a sinistra per via di eere il compagno della sorella di Bianca e alloa, a proposito di nepotismo.......Eccone un altro che a chiacchiere rifarebbe  il mondo, ma prima pensa solo ai fattacci propri! Ma mi faccia il piacere!!!

SVEGLIA PRESIDENTE NAPOLITANO!!!!!

Ho il dispiacere di comunicarvi che Cesare Battisti , il pluriassassino degli anni di piombo, sta per coronare il suo sogno. Grazie ai compagneros brasiliani , capeggiati da Lula ed ora dalla Roussef, grazie al Ministro della Giustizia di Brasilia Traso Genro, Battisti, scappato dalle carceri francesi in Brasile ( scappato?) è , per il Brasile, non un pluriassassino ma un " rifugiato politico", perchè, ha detto Genro Tarso " potrebbe, se estradato in Italia, subire attacchi personali dalla destra italiana". Invece gli omicidi da lui commessi erano solo dolci parole. Ora la suprema corte brasiliana ha votato se estradare o meno Battisti. Pari e patta il risultato della votazione. Decide dunque  Lula. Tanto per capire  cosa deciderà ( ha già deciso ) Lula, Cesare l'assassino ha radunato a Rio tutta la sua famigliola: le due figlie francesi, la mogliettina brasiliana di venticinque anni. Vivrà libero, spernacchiando le sue vittime ed i parenti delle sue vittime, spaparanzato al caldo sole del Brasile di Rio. Alla facciaccia vostra e di Napolitano. Presidente, che facciamo? Parliamo a Lula o no? O pensa soltanto a parlare di rispetto per la decisione di Monicelli e di tutti quei morti che ha seminato il suo caro " compagno che sbagliò " non le  importa nulla?

Roma mercoledì 1 dicembre 2010

Gaetano Immè

Nessun commento:

Posta un commento