Gaetano Immè

Gaetano Immè

lunedì 1 febbraio 2010

A proposito del proceso Consorte a Milano. Il processo s'è aperto, finalmente ieri a Milano, e dei tantissimi imputati si è visto uno solo, lui, il Gianni, il Cuccia rosso, il Consorte. Ho mormorato " ah!!!!!...." ed ho capito tutto. 2005 - 2012, that is prescrizione. Tutto calcolato, perchè il processo, riguardando Consorte, D'Alema, Bersani, Fassino e tutto il giro della sinistra e non riguardando quindi " un altro" ( 9indovinate un po' di chi?), viene sì aperto, ma con tanta tanta calma. Così non potranno dire nulla.... Così , rinvio dopo rinvio, si arriverà al 2012 ed a quel punto, prescrizione e zac! D'Alema, Fassino, Bersani, Latorre ecc. saranno salvi. Vuoi vedere che in questo caso la prescrizione è cosa santa, buona e giusta ? Vuoi vedere che IL FATTO, L'UNITA', REPUBBLICA e i Grand Hotel vari staranno tutti zitti e mosca? E anche Di Pietro? Noi sottolineiamo che se fosse entrato in vigore il ddl sul " processo breve" proposto nel 2007 dal PD (quello che i processi non li avrebbe "ammazzati ", ma semplicemente " cancellati tutti " ) questo processo neanche sarebbe cominciato, in quanto si sarebbe già prescritto già nel 2010. E poi dire che una buona parte della Magistratura fa quello che il PD le comanda significa pensare male!



A sinistra sono ancora scioccati. Non solo non sanno ancora oggi che pesci prendere con Craxi, ma sono la bellezza di trenta anni che guardano gli altri che tentano di creare una sinistra riformista, ma loro sono rimasti quello che erano. Degli immobili e ondeggianti comunisti, portatori di doppia morale e di jella e di sconfitte a josa. Se tu pensi che da Marx sono passati a De Benedetti, che neanche è italiano perchè vuole essere Svizzero , ti rendi conto di come sono suonati. Però quando un giudice con calzini celesti ha deciso che Berluscomni deve pagare allo svizzerotto 750 milioni di Euro, a sinistra hanno gioito! E perchè mai, ti chiedi? Perchè per loro il denaro dei nemici è sterco derl demonio, quello loro e dei loro amichetti è invece " acqua santa e benedetta". Come se poi Carlo De Benedetti i profitti li devolvesse agli operai! Ma quello, semmai, se li porta in Svizzera. Valli a capire. Come per lo scudo: sono contrari " a prescindere ", perchè " niente regali alla mafia" ( che poi che c'entra la mafia! boh!!!), poi rientrano in Italia circa 100 miliardi di Euro che stavano all'estero e che finalmente rientrano nella ricchezza del Paese e loro restano contrari. Ma a che cosa sono contrari ed a che cosa sono favortevoli? Boh! Dipende dal Berlusca. Non ci credete? Invece è proprio così! Loro non hanno un progetto politico, loro sono sempre e solo " contrari", sapete quelli che sono " contrari senza se e senza ma"! A cosa? Boh!!Loro fanno esattamente il contrario di quello che fa il Berlusca, sono come marionette radiocomandate, hanno riflessi pavloviani, loro sentono quel nome - Berlusca- e vedono il demonio. Non hanno tutti i torti: ma vi riconrdate come godevano e come si sentivano sicuri di avere l'Italia nelle proprie fauci dopo che il Pool di Mani Pulite aveva deliberatamente salvato il PCI da TANgentopoli ed aveva ammazzato PSI e DC? E invece, all'instrasatta ( all'improvviso ) 'sto mascalzone del Berlusca, che diavolo ti va a combinare? Ma nomn ti va a creare un partitaccio maledetto, di plastica, di carta, tutti mafiosoni, tutti delinquenti, tutti inquisiti, tutti disonesti, tutti donnaioli, tutti violenti, tutti fascistacci e alle elezioni ' sti stronzi d'italiani non gli vanno a dare la maggioranza? Sono quasi venti anni ormai che non riescono a vincere contro il Berlusca maledetto. Ma sì, una volta hanno visto la luce con i magheggi di palazzo, con quell'utile idiota di O L Scalfaro, poi hanno vinto una elezione per due votarelli, poi il buio. Fateci caso, una figuraccia appresso all'altra, ma loro sono lì, petto in fuori, pancia in dentro, a sbraiatare contro questo governo e contro ogni cosa. Parlano parlano, sbraiatano, invocano sempre la «responsabilità» e però, appena vanno al governo, non cambiano niente, nessuna legge «porcata» del centrodestra (né la tanto vituperata Bossi-Fini, né la legge elettorale imbrogliona, né la legge 40, né hanno mai sistemato il sempre nominato conflitto di interessi), e appena cadono tirano un sospiro di sollievo, non devono più scendere in piazza contro se stessi, come pure è capitato.

La moda americana delle primarie, allestite come un teatrino, pare già finita. E te credo! Sberle a destra ed a sinistra, sberle a josa! Primarie stile votazioni URSS, dove si sapeva già chi vinceva, oggi hanno preso schiaffoni in Puglia, dove un Vendola qualsiasi ha surclassato lo Stalin di turno e che ironia della sua sorte si chiama proprio Boccia (e chissà che gelo tra D’Alema e Bersani col primo che sbiancando sussurrava al secondo «Ma qualcuno gliel’ha spiegato a Vendola che le primarie sono una presa per i fondelli ?»). Neanche dall'America ci sono belle notizie, perchè Obama fa peggio di quello che ha fatto Bush: che so, premia le Banche ed i banchieri che hanno creato quel po' po' di crisi mondiale , non chiude Guantanamo, manda ancora più soldati americani in Afganistan invece di ritirarli tutti, perde il feudo democratico, anzi il " regno" pur sempre assai democratico dei Kennedy, il Massachussets e rischia di non fare neanche la riforma sanitaria, s'incazza con l'Iran invece di appoggiarne le mire antisionistiche. E in Europa? Blair ridotto ad un inquisito, Zapatero con il fallimento della sua politica " de sinistra" che vede il crollo della Spagna e l'esplosione della disoccupazione che va a sfiorare il 20%, la Merkel che in Germania non può più fidarsi dei socialisti, l'Austria e l'Olanda in mano al centrodestra, la Grecia che affoga nella politica del governo di sinistra. E non basta. Perchè in Italia stanno letteralmente scoppiando. Stanno perdendo le loro " colonie": Bologna di Delbono, l'Emilia Romagna di Vasco Errani , in Liguria non si capisce cosa faccia Burlando, in Toscana ci sono problemi fra il Governatore e l'Obamino di Firenze Renzi, in Umbria litigano fra loro, in Puglia prendono schiaffi da un Vendola qualsiasi che sfanfarona come un sognatore ma ben incollato alla poltrona e pur avendo dimesso cinque suoi assessori regionali per scandali vari, si sanità e di ....mignottaggine, in Abruzzo dove il ridicolo Trifuoggi, un Procuratore vicino al PD mette in galera il Del Turco, poi rivelatosi assolutamente innocente, in Calabria, ormai in mano alla 'ndrangheta come ha ampiamente dimostrato quanto accaduto a Rosarno e dove Agazio Loiero, il Governatore, è diventanto impresentabile ma non si tira indietro, in Campania,dove di Bassolino e della Jervolino, ma che te ne parlo a fa'? E per le donne? Bè di cammino, dal sessantotto ad oggi ne hanno fatto, eccome! Ora non si scende più nello scurrile " col dito, col dito, maschietto sei finito!", ora si parla di «dignità», come modo di vita. Che vuol dire? Boh! Ora tutti , perfino Concita De Gregorio, hanno imparato il trucco :«Sono contro ogni violenza sulle donne», lo si deve dire sempre, che t'importa di che stai parlando! Tu dillo sempre e comunque e sarai considerato un vdro e proprio " democrat" coi controcoglioni. Come se qualcuno fosse a favore della violenza sulle donne. Così sei alla moda e ti dai un'imbellettata da intellettuale e sei degno di Capalbio o dei Parioli.

Poi ti liberi di queste megastronzate, vai sul concreto, apri le porte degli armadi dove la sinistra nasconde i suoi scheletri e t'accorgi che Berlinguer è morto. Che non c'è più il vecchio PCI che seguiva le direttive di Mosca e nulla trapelava fuori dal Bottegone se Mosca non voleva. Nè che Togliatti avesse l'amante, nè che questa emiliana fosse stata fatta onorevole del PCI per " meriti di letto " ( anche Lei una Noemi o una D'Addario antesignana?), nè che avesse abortito per obbligo impostole dal partito di Mosca, nè che Longo fosse uno sciupafemmine ed un misirizzi peggio di un Ercolino, nè che a Botteghe Oscure avevano arredato un attico come alcova per i dirigenti o le avventure erotiche dei vari Pajetta, Cacciari, Moravia, Morante, Pasolini, nè il matrimonio imposto e segreto di Massimo D'Alema nel 1973 voluto dal partito, nè che Bassolino ha incasinato la Campania, la Jervolino Napoli, Loiero la Calabria, Vendola la sanità Pugliese tanto da far dimettere il Tedesco, promosso senatore dal Re di Puglia, Massimo D'Alema, nè che D'Alema aveva creato una sua simbiosi con la magistratura pugliese per conto e nell'interesse del PCI ( vedi i vari parlamentari ex magistrati pugliesi e mi fermo solo a due casi: Maritati e Emiliano , ex PM che salvò D'Alema dall'inchiesta "Arcobaleno" fatta abortire appositamente ), nè le follie del "Marrazzo arrapazzo del Lazio non mi frega un .azzo" voglio solo i trans, nè le folli spese del nuovo sciupafemmine emiliano, il dongiovanni prodiano Delbono, omen nomen, che scialacqua con i nostri soldi con " fimmine" de sinistra, amanti, ex amanti, future amanti, nè che in Abruzzo un Trifuoggi ridicolo, quello che cazzeggiava con Fini nel famoso fuorionda prendendo in giro il Berlusca, che incrimina Del Turco affermando l'esistenza di prove inconfutabili a suo carico e che poi si scopre che il Del Turco non c'entrava niente e semmai era una vittima, nè che in Emilia, a Reggio per la precisione, stanno regalando alle Cooperative rosse un terreno edificabile a pochi euro, ma che la Lega Nord li ha colti con le mani nella marmellata e c'è maremoto in Consiglio, nè che in Emilia stanno così col sedere per terra che devono addirittura pregare Prodi Romano di candidarsi Sindaco di Bologna, figurati tu del tipo " il ritorno dei morti viventi", nè le litigate in Umbria, nè che in Liguria a Burlando è scappato il " Lei non sa chi sono io" quando la polizia stradale l'ha pizzicato a guidare senza patente e contromano, nè che in Toscana l'Obamino De' Medici, il Renzi, sta creando problemi. Insomma che più ne ha più ne metta. Ma da qualche giorno hanno abbassato un pochino il ditino: forse le notizie da Bari, sulla D'Addario che ha un milione e mezzo di Euro in Dubai, rigorosamente in nero ( testimonianza del suo ex amante che ha svelato che la mignotta più gettonata d'Italia se li era pertoati in contanti, in biglietti da Euro 500 tutti nella guepierre ) li ha un pochino tramortiti. Ma come: loro hanno campato per quasi sei mesi sperando di elevare la escort barese a Segretaria del PD ed ora si ritrovano con questa inchiesta giudiziaria nella quale sono implicati magistrati, giornalisti, avvocati, la D'Addario, un vero complotto contro Berlusconi. Allora reagiscono, ma riescono solo a dire che " non è vero niente, ci sono le smentite della Procura". Poi accendono la TV e sentono di Berlusconi in Israele, il Berlusca che parla al Parlamento israeliano, altro che andare sottobraccio con qualche terroritucolo alla D'Alema, altro che un Prodi qualsiasi, un Berlusca che sconvolge perchè " sogna Israele nella Unione Europea"! Allora non avendo il coraggio di dire che loro non vogliono Israele in Europa e che non lo vogliono proprio, oggi in molti li senti dire con aria schifettosa .." ma si è portato dietro sette Ministri! Ma che scandalo !....", ma se chiedi loro " ma non ti ricordi di nquando due anni fa Prodi andando in Cina si portò più di duecento personaggi al seguito?..", loro ti rispondono di no, che non lo ricordano e che perciò non sarà vero. Allora ti armi di pazienza e vai su Internet, vai su Prodi, vai sul viaggio in Cina e lì c'è scritto. Ma loro hanno occhi foderati.

Poi però arriva Bersani, così moscio, così triste, con quella parlata strascicata che sembra quasi uscirgli con sofferenza dalla bocca a ciavatta, tipo forno da pizza, con quegli abitini da Rinascente da quattro soldi e ti dice " Ci vuole serietà", e ti dice " Il Paese chiede coerenza" , " Necessita pensare ai veri problemi del Paese " ma non ti dice mai quali siano e ti rendi conto che Bersani porta jella. Come il PD.

A proposito di Vendola. Grosso attacco di " grandeur" del Presidente. Dimentico di tutte le inchieste che gli gravano addosso e di tutti gli scandali della sua sanità, il Vendola, esaltato dal successo nelle primarie pugliesi, si sente Re di Puglia, forse il nuovo erede di Massimo D'Alema.
Allora ti dice, che la Puglia è cosa sua - e lo dice sul serio - che in Puglia non si farà nessuna centrale nucleare se lui non lo vorrà. Insomma, siamo alla pazzia di Luigi XIV, l'etat c'est moi.
Che la Puglia sia diventata un Principato a parte, che sia stata fatto il Federalismo sudista , una sorta di liberalizzazione dalla colonizzazione italiana sulla Puglia, non lo sapevo. Ma credo che non lo sapesse nessuno. Tranne lui. Vendola. Un nome, una garanzia. Un Re, un Principe, con tanto di diritto della prima notte. Svegliatelo!!!!

Ciancimino parla, parla, parla, parla e lasciatelo parlare. Ritrova la memoria dopo venti anni e più e la ritrova proprio mentre si stanno avvicinando, ma guarda tu il caso, le elezioni regionali. Si vedrà se quello che oggi tira fuori sono verità o panzane. Io vorrei fargli una sola domanda, questa. Don Vito Ciancimino, il padre, rubò - non c'è altro termine - al Comune di Palermo 150 miliardi di vecchie lire. Il famoso tesoretto dei Ciancimino. Ne hanno restituito solo neanche 10. Perchè non rende il malloppo , visto che vuole collaborare con la giustizia? Ho però l'impressione, ma io lo sapete, purtroppo penso male, che proprio questo voglia evitare, che la giustizia italiana gli blocchi il tesoretto con quel processo per riciclaggio in corso!!!!

Gaetano Immè