Gaetano Immè

Gaetano Immè

venerdì 2 maggio 2014

Egregio Flores D’Arcais, volevo rammentarle che, mi dispiace per Lei , ma, suo malgrado esiste fin dal 1948 la Costituzione della Repubblica italiana che sarebbe ora che Lei studiasse con attenzione, il cui articolo numero 21 garantisce la libertà di pensiero e di opinione. “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione” sancisce quell’articolo. Ancora. Le ricordo che nel 1950 l’Italia ha sottoscritto la Convenzione europea dei diritti dell’uomo, che al comma numero 10, rafforza il concetto: “Ogni persona ha diritto alla libertà d'espressione. Tale diritto include la libertà d'opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche”. La prego dunque di indicarmi per quale norma, legge, regolamento Lei possa pretendere che quelle norme citate si applicano a tutti, tranne che a Berlusconi. Brutta malattia l’odio, il rancore, l’invidia. Roba da mentecatti, caro Flores D’Arcais, che, davanti ai giganti, si rifugiano nelle menzogne . Gradirei una sua risposta. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ ----------------- ALDROVANDI E DINTORNI ----------------------- Lungi da me l’idea di sostenere una difesa dei poliziotti, ma ancora oggi io non so, con certezza, come e perché sia morto il povero Federico Aldrovandi . Me lo deve dire, me lo deve dichiarare, me lo deve giurare - ma assumendosene pubblicamente ogni responsabilità al riguardo - la Magistratura, la quale, invece, ha pensato bene di pensare a salvarsi il proprio culo incardinando un altro processo, l’“Aldrovandi bis “, così, tanto per non scontentare nessuno, per fare la solta “captatio benevolentiae” fra il popolo stronzo e credulone, un raggiro abituale nei vigliacconi togati, da sempre ben accucciati sotto le gonnelle materne della loro vergognosa impunità e ben acquattati dietro il falso alibi dell’azione penale obbligatoria. Ma di una cosa sono sicurissimo da sempre. Che voi, proprio voi che vi indignate come ridicole prefiche con quei poliziotti che avrebbero ucciso Federico ( ma lo stesso vale per altri precedenti casi) siete la schiuma fetida di questa zozza società. Mi fate vomitare, rivoltare le budella, siete la merda della peggiore società incivile, altro che “ società civile”. Siete la cloaca della nuova “classe borghese”, moralisti da trenta denari, siete figli , nipoti e bisnipoti , voi bamboccioni ignoranti e saccentoni , dei nuovi ricchi, siete quelli che oggi si trovano la casa di proprietà solo perché bisnonno, nonno e babbo se la sono accaparrata servendo il potere politico che ha rovinato questo Paese, siete un esercito di papponi e di magnaccia, nati, vissuti, ingrassati e diventati ricchi grazie all’assistenzialismo clientelare inventato, fin dagli anni settanta dalla Dc e dal Pci dei Moro e dei Berlinguer, due grandi criminali politici che andrebbero processati davanti al Tribunale per i diritti dell’Uomo per crimini contro l’umanità, per l’ “omicidio dell’Italia” , per il genocidio del popolo italiano, per aver imposto all’Italia semi analfabeta degli anni sessanta un “ sistema di potere criminale ” fondato sul criminogeno patto scellerato ed infame fra Dc e Pci, sull’ignoranza del popolo italiano , imperniato sul voto di scambio, siete la deiezione della “ kultura di Stato”, siete “ il fetido percolato” dalla “Skuola di Stato” e dell’egualitarismo imposto per legge, siete l’esercito dei sudditi ignoranti , una classe di “ sudditi inetti” , allevati come bestie nei recinti ,cresciuti ed allevati con dosi industriali di “(dis)informazione al soldo dei poteri forti” e dunque ebeti seguaci del pensiero unico dominante. Non aspettate altro, voi e i vostri genitori, che arruolarvi nell’esercito delle “ vittime della polizia” o di qualche “ oscuro piduismo” , siete la classe “dei nuovi magnaccia”, prosperata e resa ricca dai residui del terrorismo rosso, che ha reso rispettati ed anche onorati gli assassini e gli infami delatori ( vero Sofri, vero Spinelli, vero Calabresi jr, vero De Luca, vero Heidi Giuliani, vero Falcone , vero Borsellino, vero D’Antona, vero Scalfari?) e dimenticati, se non addirittura ingiuriati, vilipesi ed irrisi coloro che dettero la vita per difendere le miserabili vite da Giuda dei vostri bisnonni, nonni e padri. Chi ricorda i nomi dei caduti a Nassiriya, quelli degli uomini della scorta di Moro, quelli degli uomini della scorta di Borsellino ecc.? Quasi nessuno. Perché, oltre agli “ uomini” esistono anche gli “ominicchi”, i “ mezzi uomini” ed – con rispetto parlando – anche i “ piglia in culo”. Cioè voi tutti. Neanche sfiora la vostra mente da arroganti magnaccia impancati su cattedre inesistenti ,che è stato proprio “quel potere”, nel quale avete sguazzato e del quale voi siete, mi auguro, gli ultimi fetidi rifiuti organici, a fare di quei poliziotti la vera nuova classe indifesa, o moderni paria, costretta a difendere, per fame di puro pane ma senza prosciutto, con salario di fame, quel “potere” dei cui miserabili privilegi solo voi avete goduto senza averne alcun merito , non certo quei poliziotti, privilegi dei quali vi siete strafogati ricavandone immeritatamente quel benessere economico che vi permette oggi di giocare oggi a fare i rivoluzionari da salotto e da terrazza con flûte ghiacciati. Voi state col potere, voi state contro i paria. A questi ragazzi in divisa , molti dei quali vengono dal Sud e che non hanno scelto la più facile via della “ picciotteria” , il vostro Stato Leviatano , quello che pretende di cancellare l’individuo per fabbricare soldatini seriali eterodiretti, non ha concesso nessuna “ pari opportunità” – parole con le quali però siete bravi a riempire le vostre bocche a culo di gallina – tanto da costringerli a vivere come “ carne da macello”. Voi bamboccioni, figli di papà, nuovi miserabili borghesi arricchiti con le disgrazie e le miserie di questo Paese, siete voi la schiuma putrida di questa società, voi siete il nuovo squadrismo fascista, sempre pronto ad eseguire gli ordini dei ricchi Masaniello che vi schiavizzano la mente o quel poco di pensiero autonomo che voi possedete.

Nessun commento:

Posta un commento