Gaetano Immè

Gaetano Immè

mercoledì 22 ottobre 2014

GRILLINI E COMUNISTI UNITI PER COMMINARCI UN’ALTRA EPURAZIONE ! Scene da basso impero, ieri, in questo “ regime delle toghe rosse” in Commissione Affari costituzionali della Camera dove è iniziata la discussione sulla proposta di legge sul “ conflitto di interessi dei titolari di cariche di Governo”, promossa da M5s, P.D., Sel e Scelta Civica. Si tratta di trovare il necessario bilanciamento tra “l’interesse pubblico” e la Costituzione che tutela l'iniziativa economica privata (art. 41 Cost.), la proprietà (art. 42 Cost.), oltre al diritto di libero accesso agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, come recita l’articolo 51 Cost. Sia detto con franchezza, ma la bozza presentata , con la sua pregiudiziale impostazione ideologica contraria alla piena attuazione di tutti i rammentati articoli della Carta - che grande rispetto per questa Costituzione trattata da costoro, grillini, sellini, piddini e sceltini vari, come una mignotta, una “cosa”, cioè, che esiste solo per soddisfare i loro primordiali istinti “ stalinisti”. Salvo poi recitare messe cantate per beatificarla ad uso e consumo degli imbecilli che abboccano! A parte l’ impostazione del testo che considera , pregiudizialmente, essere una vera e propria colpa , quanto meno una “ tara pregiudiziale”, di stampo razzista, esercitare un'impresa ( ma lo sanno, costoro, che in Italia “il lavoro” che esiste, il Pil, la ricchezza vera che consente al governo di mantenere tutto l’ambaradam, messo su con la politica del “ clientelismo e della corruzione totale del Paese”, dal consociativismo fra la vecchia Dc e la sinistra, proviene proprio dalle imprese piccole, minime, medie e grandi e che loro invece si ostinano, come imbarazzanti Sancho Panza a difendere l’inesistente “ posto di lavoro” ?), costoro vorrebbero introdurre una ulteriore esasperazione ideologica di stampo decisamente stalinista :oltre a quella politica, oltre a quella economico-finanziaria, oltre a quella anche sui problemi etici, anche quella di introdurre in maniera dirompente,ideologica, di parte, una efferata forma di esclusione, una vera e propria “epurazione” di individui la cui “inemendabile colpa “ sarebbe quella di esercitare, per loro merito e per loro libera scelta, per vivere, una professione , un'attività di impresa ,di avere delle proprietà (casa, macchinari, avviamento, ecc) frutto del loro lavoro e che , come una pena edittale prevista da un inesistente codice comunista, per estinguere il fio di tali loro “ col,pe o reati” debbano essere espulsi da qualsiasi carica politica. Manca quel tocco di grazia che aspetto prima o poi da simili intelligenze: il numeretto impresso a fuoco sul braccio del reprobo, puro stile nazista Ritengo che un simile “ scempio della civiltà” non possa succedere né in un Paese civile né in un Paese in cui si dice che siamo in democrazia e libertà. Ma questa è la loro ideologia, quella del M5s, Sel, del P.D., di quel partito “indefinibile” qual è Scelta Civica del Sen. Prof. Monti. Una legge di “ stampo grillino”, cioè cucita nelle loro adunanze via web sotto la “ cara guida” di Grillo , condita con dosi industriali di rancore bilioso contro chi ha saputo affermarsi con il merito e con il proprio lavoro , insomma “ nel chiuso del loro Palazzo”, come usava , appunto, fare Stalin ! Va a finire che in Parlamento ci sarà solo gente scelta dal web con un clic! Con una tale ridicola impostazione va a finire nel Parlamento entrerebbe solo gente priva di una necessaria “ indipendenza economica “, dunque ricattabile dal potere di lobby e clientele malavitose, gente che non ha mai lavorato. E l’articolo 51 della Costituzione, please, dove ve lo mettete ? Il diritto a partecipare al gioco politico in modo eguale, vale sia per il cittadino privo di mezzi che per il cittadino che ha più mezzi .Mi spiegate perché un dipendente pubblico che viene eletto può chiedere l’aspettativa e il privato invece no? Cioè, uno che fa l’avvocato o il medico dovrebbe chiudere lo studio, tornare dopo dieci anni e non trovarsi più neanche un cliente? Ma oltre ai deliri ideologici e a rosicar vendette da falliti, c’è qualcosa di altro nel vostro intelletto?