Gaetano Immè

Gaetano Immè

lunedì 27 luglio 2015

A PROPOSITO DEL M5S Questa radicalizzazione dell’opinione pubblica a carattere ormai fideistico, dogmatico, religioso, è il prodotto voluto e perseguito dalla Magistratura nel periodo che va, appunto, dal 2006 fino al oggi e che, passando per la scomparsa del forcaiolismo becero fine a se stesso che aveva permesso la breve vita dell’Idv del Di Pietro, attraverso tappe fondamentali quali il processo Mediaset sull’evasione fiscale di Berlusconi e il processo Ruby, basato sul giudizio etico religioso della sessualità di un uomo politico , hanno prodotto il “percolato” che volevano: il Movimento 5 stelle. Serviva una fazione incolta, massimalista , rancorosa, ossessiva che rappresentasse in qualche misura “ un pericolo” per il moderatismo ed il perbenismo ipocrita dell’Italia, che facesse da lubrificante per far scendere in campo , con lo scopo che ogni dittatore si ripropone sempre, di “ rimettere ordine” nel disordine e nell’ingiustizia , il salvatore della patria. La Magistratura . A questo serve il M5S, non ad altro. Tanto che le sue “posizioni” sono quelle tipiche di una destra fascista, eversiva, becera , retrograda. Rapido sommario: via dall’euro, via dall’Europa, esaltazione del protezionismo, unione con i movimenti fascisti europei, becero buonismo pro arabi e palestinesi, odio per Israele, sfruttamento dei privilegi castali usando la foglia di fico della loro autoriduzione ( non eliminazione, quando mai!) , asservimento totale al “duce”, ecc.

Nessun commento:

Posta un commento